EnglishItalian

Quando segnalare e perche?

Quando segnalare e perche?

Quando segnalare e perchè?

Troppo spesso ormai assistiamo a tatuaggi orrendi e fatti senza ogni regola su ogni parte del corpo. I tatuatori abusivi stanno diventando ormai moltissimi, ognuno nella propria stanzetta allestita alla meno peggio o in mezzo ad una strada o in centri estetici senza attestato di frequenza ai corsi. Troppe le accortezze che vengono ignorate per dimenticanza e per incompetenza. Il risultato è un tatuaggio eseguito male che spesso lascia cheloidi (cicatrici spesso dovute alla errata battitura dell’operatore) e parti mancante o schiarite anche su un tatuaggio appena effettuato nonchè il grave rischio di contrarre malattie come aids epatite e ogni genere di malattia trasmissibile per contatto. Il problema molto spesso è da attribuire alla ignoranza della clientela, che pur di risparmiare pochi soldi si affida al proprio amico o a chiunque abbia comprato un macchinetta e una boccetta di inkiostro…nonostante tutte a volte si capita tra le mani di colui che si presenta come l’esperto…pur sapendone meno di voi e che con poche parole approfitta dell’entusiasmo della clientela per sottoporla alle proprie convinzioni in materia di tatuaggio o piercing. Il tatuatore abusivo è colui che nonostante possa regolarizzarsi, non lo fà per non pagare tasse, per non avere responsabilità e per poter svolgere le pratiche in un ambiente non autorizzato dalle asl della propria zona. Questo significa abusare della clientela che rimarrà per sempre scottata dall’esperienza con questi pseudo macellai, che non fanno altro che gettare fango su tutti i professionisti autorizzati e regolarizzati che pagano tasse, rilasciano ricevute, operano con scrupolo, e mettono la propria esperienza al servizio del cliente. Tutti i tatuatori hanno iniziato nella propria casa, ma è anche vero che 10-15 anni fà si sapeva poco e niente di tutti i rischi in gioco, e non vi erano informazioni dettagliate a riguardo, nè si poteva accedere a corsi di specializzazione per tatuatori. Oggi è tutto diverso, in molte regioni vi sono corsi riconosciuti a livello nazionale, c’è internet alla portata di tutti, ci sono forum di discussione amici che possono consigliare e tanta gente disposta a spendere pur di avere un prodotto in completa sicurezza. Allora il paragone non esiste più. Chi comincia oggi ha l’obbligo e la possibilità almeno di seguire un corso per non far correre rischi alla gente e per non correre rischi su se stesso anche senza aprire subito uno studio. Tutti coloro che hanno ricevuto un danno estetico causato da un tatuaggio o da un piercing eseguito male, senza norme igieniche e in luoghi non idonei come bancarelle, spiagge, centri estetici etc… e da operatori senza scrupolo alcuno possono e hanno il dovere di segnalare questi abusi alle autorità competenti.